Youth

Conferenza stampa di presentazione

YOUTH GAMES OF ADRIATIC AND IONIAN MACROREGION
Seconda Edizione – Ancona, 15-18 Giugno 2016
Conferenza Stampa – 31Marzo 2016, Auditorium Teatro delle Muse, Ancona

Attraverso il linguaggio universale dello sport sono i giovani gli ambasciatori ed i protagonisti della Macroregione Adriatico Ionica. Sono loro la speranza dell’Europa.

Ecco la seconda edizione dei “Giochi dell’Adriatico e dello Ionio”! Si riconferma e si consolida una manifestazione che non è solo una sorta di micro Olimpiade dei giovani dei Paesi delle due sponde e di una nuova comunità unita da legami e valori condivisi, ma è anche e soprattutto occasione di conoscenza reciproca e di scambio, di amicizia, fratellanza, integrazione e coesione tra ragazzi, ambasciatori di una Europa di pace.

“Fin dall’edizione del 2014- ha esordito il Sindaco Valeria Mancinelli, ringraziando tutti i partner sostenitori dei Giochi, a partire dalla Regione Marche- l’intenzione era quella di riconfermare questa manifestazione ed ora la speranza è divenuta certezza. La città e il suo territorio tra qualche settimana potranno rivivere un clima cosmopolita ed entusiasta calato nella sana e bella provincia italiana. L’identità di Ancona – che sta recuperando rapporti importanti in svariate direzioni – si viene sempre più ridefinendo, come città di mare e come città di sport. Negli ultimi mesi ha ospitato eventi di portata internazionale come i Master europei di atletica in corso e questo- come avverrà con i Giochi- ci trasporta fuori dai confini regionali e nazionali, nell’ambito di un contesto, la Macroregione unita dal mare, cosa di meglio e di più? Sono certa che vivremo tutti giornate fantastiche.”

“Ognuno di noi – ha dichiarato il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli – ha fatto sport e sa quali valori porta con sé, non solo agonismo ma aggregazione e condivisione. Questa esperienza resterà unica e indimenticabile nella vita di quei ragazzi, resterà nella loro memoria come una fase importante di crescita. Nel momento difficile che sta vivendo l’Europa, di terrore e insicurezza, mettere insieme lo Sport, l’amicizia e il senso di unione è un grande segnale che andava concretizzato. Per i giovani, per comunicare la volontà di costruire un mondo possibile di convivenza pacifica. Questi Giochi sono quindi un bellissimo messaggio da traghettare verso più sponde possibili. E siamo contenti che parta dalla nostra regione, dalla città di Ancona che ritrova ruolo e identità culturale per creare legami e non divisioni, ponti ideali di connessione, esprimendo al meglio l’essere fulcro della Macro Regione Adriatica Ionica.”